Berlusconi si reca, con un assegno da 10 milioni, in banca.

- Scusi, mi consenta, mi pu cambiare questo assegno?
- Ha un documento?
- Ma... mi si consenta di farle notare che io sono il Presidente
del Consiglio, il Cavalier Silvio Berlusconi.

- S, va bene, ma a me servirebbe un documento...
- Si moderi, per cortesia! Non mi riconosce? Sono su tutti i
giornali e le televisioni! Mi chiami il direttore di filiale!

- Il direttore non c', in ferie. Ci sono solo io. Quindi se vuole
pu o dimostrarmi che lei Berlusconi o andare in un'altra Banca.

- Questo il colmo! Mi consenta, ma come farei a dimostrarle che sono io?
- Non so... guardi... l'altro giorno stato qui per un problema
analogo il Signor Roberto Baggio. Senza documenti.

Ha dovuto palleggiare per 3 ore, perch finalmente potessi
cambiargli l'assegno... quindi, veda lei... se mi pu dire qualcosa...

- Mah... non so... ora come ora mi vengono in mente solo cazzate.
- Vuole biglietti da 500mila o tagli pi piccoli?