I SEGRETI DI BROKEBACK MONTAIN

 

 

Nazione: USA

Regia: Ang Lee

Sceneggiatura: Larry Mc Murtry, Diana Ossana

Cast: Heath Ledger, Jake Gyllenhaal, Michelle Williams, Anne Hathaway

Durata: 134’

Anno: 2005

 

 

Ennis e Jack sono, rispettivamente, un mandriano ed un cowboy da rodeo. Si conoscono negli anni ’60 e, lavorando assieme a Brokeback Mountain, scoprono di amarsi. La loro storia continuerà, tra matrimoni e prole, per oltre vent’anni, fino ad un tragico e commovente epilogo.

Ang Lee, complice una fotografia spettacolare, ci fa respirare l’aria del drammone romantico di come-se-faceva-na-vorta: passione, sentimenti impressi a pelle viva, tradimenti, riconciliazioni. Il punto è, purtroppo, che se a vestire i panni di Jack fosse stata una Jackie qualunque, “Brockeback Mountain” sarebbe passato del tutto inosservato. Probabilmente la sensibilizzazione del pubblico passa attraverso la spinta emozionale e lo choc visivo, e allora il film di Ang Lee va visto come una sorta di pellicola “pioneristica” verso la normalizzazione sociale e ideale (nelle idee delle persone) del rapporto omosessuale. O come una sorta di percorso storico che denuncia, mostra e rende visibile ciò che la categoria omosessuale denuncia ancora, ciò che ancora sente come una ferita non del tutto rimarginata: gli abusi, l’impossibilità di vivere una storia “canonica”, e così via. Ma viene da chiedersi se, vista dalla prospettiva storica, la pellicola (pluripremiata a Venezia e ai Golden Globe, ora in lizza per gli Oscar) non perda di incisività in favore di una più marcata ghettizzazione della categoria.

Speculazioni ideologiche a parte, rimangono oltre due ore di film da guardare tutto d’un fiato e, credetemi, non è poco. Considerando che Via col Vento ha tre tempi…