Philarmonisches Bläserquintett Berlin

21   Dicembre 2001

Badia a Coltibuono

 

Programma

 

Karl Stamitz

(1745-1801)


Quartetto per oboe,clarinetto,corno e fagotto,Op.8 No 2
Allegro moderato

Andante

Rondo-Allegro

 


Ludwig van Beethoven

(1770-1827)


Quintetto per pianoforte ,oboe ,clarinetto,corno

e fagotto in mi bemolle maggiore op.16

Grave - Allegro,ma non troppo

Andante cantabile

Rondo: Allegro ma non troppo


Wolfgang Amadeus Mozart

(1756-1791)

Quintetto per pianoforte,oboe,clarinetto,corno

e fagotto in mi bemolle maggiore K.452
Largo-Allegro moderato

Larghetto

Rondo:Allegretto

 

 

 

Il Berliner Philarmonisches Bläserquintett è stato fondato nel 1988 ed è il primo quintetto a fiati stabile nella ricca tradizione della musica da camera dell’Orchestra Filarmonica di Berlino. Il notevole successo del debutto berlinese gli ha procurato molti impegni non solo a Berlino e in Germania ma anche in altri paesi europei. Il quintetto oltre ad aver compiuto tournee negli Stati Uniti,Sud America,Israele,Giappone e Asia , prende parte spesso a famosi Festival come quelli di Berlino e Salisburgo. Le loro incisioni discografiche hanno ricevuto calda accoglienza da parte della critica in tutto il mondo.

Henning Trog (fagotto) nato in Bassa Sassonia fa parte dell’Orchestra Filarmonica di Berlino dal 1965. Per circa 35 anni ha fatto parte di numerosi complessi di musica da camera ed ha insegnato fagotto in numerosi Festival e alla Berlin Philharmonic Orchestra Academy.

Fergus McWilliam (corno) nato a Loch Ness in Scozia ha studiato principalmente in Canada,Olanda e Svezia. A 15 anni ha fatto il suo debutto come solista con la Toronto Symphony sotto la direzione Seiji Ozawa. Membro della Orchestra Filarmonica di Berlino dal 1985 è stato attivo come solista e membro di gruppi di musica da camera. Insegna in molte scuole internazionali di musica compresa la Berlin Philharmonic Orchestra Academy.

Walter Seyfarth (clarinetto) nato a Düsseldorf , dopo aver studiato con Karl Leister alla Berlin Philharmonic Orchestra Academy è entrato a far parte della Filarmonica di Berlino nel 1985. Ha fondato il Berliner Philharmonisches Bläserquintett nel 1988 , è un popolare solista ed insegna anche allo Schleswig-Holstein Music Festival.

Andreas Wittmann (oboe) nato a Monaco di Baviera nel 1977 ha vinto il primo premio nel concorso “Jugend Musiziert”. Entrato nell’Orchestra Filarmonica di Berlino nel 1986 è anche primo oboe nell’Orchestra del Festival di Bayreuth. Suona come solista ed in gruppi di musica da camera in tutto il mondo.

 

 

Cordelia Höfer (pianoforte) nata a Monaco di Baviera ha suonato come solista e concertista in Europa , negli Stati Uniti ed in Giappone. Ultimamente ha preso parte al Festival di Berlino “Mostly Mozart” e altri a New York,Ravinia e Salisburgo. Le sue incisioni sono pubblicate da Pan Classics Zurigo,Pony Canyon Tokyo,Musica Classica Vienna,One-Eleven Ltd.Hong Kong.

 

 

 

 LA NAZIONE del 23 Dicembre 2001

Il Quintetto dei fiati dei Berliner Philarmoniker riscalda la festa degli auguri

BADIA A COLTIBUONO — Per la notte degli auguri, l'antica abbazia si veste a festa. E si riscalda di musica magnifica, avvolgente, affabulante, capace di conquistare anche cuori di ghiaccio: suona - è un appuntamento tradizionale - il Quintetto dei Fiati dei Berliner Philarmoniker, appena tredici anni di vita ma ormai una leggenda. Suona per una piccola grande platea di amici, blasoni importanti e belle casate di campagna oltre alla radicata colonia , c'è economia in gran parte agricola ma anche arte e cultura tre le file di poltrone allestite dall'amabile accoglienza degli Stucchi Prinetti nella Sala del refettorio, sotto gli occhi paterni dei santi monaci vallombrosani affrescati. Emozioni vive, appena il concerto comincia all'ora dell'aperitivo, il quintetto di fiati ne regala di vivacissime e profonde già dai primi dialoghi galanti e accademici del Quartetto op. 8 n. 2 di Karel Stamitz, timbri marcati e vocalità brillanti e intense tessute su frasi pur leziose, di certo di minore spessore rispetto a quel che seguirà: il Quintetto per pianoforte, oboe, clarinetto, corno e fagotto in Mi bemolle maggiore op. 16 di Beethoven, seguito dal suo inimitabile , identico per formazione e tonalità ma non certo per lirismi e drammaticità, il Quintetto KV 452 di Mozart. E loro, i Berliner (Andreas Wittmann oboe, Henning Trog fagotto, Fergus McWilliams corno, Walter Seyfarth clarinetto, con Cordelia Hoefer allo splendido, antico Bechstein di casa), assecondano gli orditi, le linee melodiche, i tratti di pathos intenso, i dialoghi degli strumenti con colori da brivido, con timbri rotondi e pieni tanto nelle geometri puntute degli Allegro quanto nelle soavi cantabilità dei Rondò.
Serata scaldata poi, a fine concerto, dalla allegra del ... cast di Mariapia Corbelli, che si porta dietro Marco Risi e la moglie Francesca D'Aloia, Stefania Casini e Alessandro Nannini al quale poche ore prima era andato, a Siena, il premio intitolato a Mario Celli e alla sua ancora vivissima presenza culturale. Notte d'auguri e di bel vivere, tra allegria e nostalgia.

Paolo Pellegrini



 

 

Img_3797.jpg (49631 byte)

Img_3798.jpg (39764 byte)

Img_3800.jpg (45517 byte)

Img_3802.jpg (21707 byte)

Img_3803.jpg (23462 byte)

Img_3805.jpg (28836 byte)

Img_3808.jpg (39460 byte)

Img_3811.jpg (33996 byte)

Img_3813.jpg (21630 byte)

Img_3814.jpg (37312 byte)

Img_3815.jpg (19341 byte)

Img_3821.jpg (34415 byte)

Img_3822.jpg (31849 byte)

Img_3827.jpg (21431 byte)